Invisiblefarm e lo Smart Metering: un nuovo dispositivo per l'ossigenoterapia.

  • Oct 10, 2017
  • IN Portfolio
  • BY: Eleonora Valenti
Ricerca e innovazione paiono non avere mai fine per l’azienda bresciana costruttore di soluzioni invisibili. Il team Invisiblefarm ha infatti messo a punto la realizzazione di un dispositivo, che si avvale della tecnologia IoT, in grado di monitorare da remoto il livello di ossigeno residuo presente all'interno delle bombole fornite ai pazienti, nell'ambito del servizio di ossigenoterapia domiciliare.

E' così che Invisiblefarm approfondisce un nuovo ambito dell'Internet of Things: lo smart metering, un sistema di misura centralizzato e automatizzato attraverso il quale dispositivi intelligenti consentono di massimizzare le prestazioni di misura, realizzare efficienza energetica e garantire vantaggi per i consumatori finali.
Realizzare un sistema di smart metering significa quindi creare una rete attraverso la quale un sistema di misurazione evoluto ed efficiente è in grado di attuare automazioni, telecontrollo e telegestione di contatori d'utenza.
Grazie a SigFox e LoRa Alliance, le nuove reti narrowband LPWAN, Invisiblefarm ha potuto realizzare un prototipo di misura e comunicazione della pressione di ossigeno nelle bombole, innovativo per svariati motivi, a cominciare dall'abbattimento dei costi di trasmissione e dall'alimentazione dei dispositivi hardware con semplici batterie per una durata pluriennale, sino al fatto che, per quanto ne risulti, sino ad ora si escludono soluzioni similari presenti sul mercato. Una vera innovazione tuttavia anche per Invisiblefarm che grazie al progetto ha avuto modo di mettere a frutto una sintesi ideale e naturale tra i filoni Smart City e healt-software già presenti all'interno dell'azienda, ristrutturando le competenze del team.

Un progetto, questo, che mette in campo trasparenza, valutazione puntuale ed immediata dei consumi e accuratezza del rilevamento, punti cardine di questa nuova frontiera, chiamata smart metering.
Share on :