Il nuovo impianto d'illuminazione di Invisiblefarm

  • Apr 11, 2017
  • IN Portfolio
  • BY: Marco Rodella
Il mese scorso abbiamo spiegato l'importanza di un buon sistema d'illuminazione che segua la luce naturale anche all'interno degli uffici; oggi vogliamo parlarvi di come Invisiblefarm abbia realizzato il proprio impianto d'illuminazione LED per far fronte a questa esigenza.

Tutto inizia con l'hackathon organizzato tra i componenti dell'azienda il 26 Novembre 2016.
Tra gli obiettivi di questa giornata vi era la progettazione di un sistema d'illuminazione che permettesse la regolazione del colore della luce all'interno dei vari ambienti degli uffici, dove precedentemente erano state installate delle strisce LED RGBW. La soluzione scelta è stata quindi collegare un Arduino a più strisce luminose, dividendo cosi gli uffici di Invisiblefarm in diverse zone controllate da differenti schede.
Inizialmente è stato realizzato un programma di test, tramite il linguaggio di programmazione specifico per Arduino e derivante dal C/C++, per capire come comandare una singola striscia LED, mentre nel frattempo si è decisa la divisione in zone degli uffici.
Nella seconda fase del progetto è stato scritto il programma vero e proprio per Arduino, partendo da quello di test e implementandolo con la parte di gestione del comando di accensione che arriva via seriale, e nel frattempo è stata creata una pagina web per controllare l'impianto d'illuminazione. Successivamente si è passati alla fase di test su una singola striscia LED.
Nella quarta fase, prettamente di hardware, sono stati saldati dei MOSFET per alimentare alla giusta tensione le strisce LED e successivamente si è provveduto all'istallazione dei vari componenti.
L'ultima fase del progetto è stata l'implementazione della pag web di gestione.

Il risultato finale è un impianto d'illuminazione controllabile tramite una pagina web interna in PHP e caricata su Raspberry dedicato. Tramite questa pagina è possibile gestire l’impianto LED creando nuove configurazioni di colori e accendendo quelle già esistenti: i colori ottenibili tramite la combinazione RGBW possono essere moltissimi.
Nel momento in cui si attivata una configurazione di colori, il Raspberry, che funge da Server, invia il comando di accensione all’indirizzo IP dell’Arduino Mega (le cui funzionalità sono state ampliate con l’aggiunta di una scheda ethernet) in quanto queste due componenti hardware sono collegate alla stessa intranet aziendale; il programma caricato sull’Arduino Mega ricevuto il comando, lo invia su un canale seriale alle schede Arduino collegate alle strisce LED.
Le schede Arduino sono collegate tramite un’unica comunicazione seriale. Ad ogni scheda è collegata un'interfaccia seriale che riceve le informazioni e le manda all'Arduino; il messaggio viene interpretato e quando riguarda la zona a cui la scheda è riservata questa lo decodifica e accende le luci secondo le istruzioni.

In futuro l'impianto d'illuminazione evolverà ulteriormente permettendo di controllare in maniera distinta ogni striscia LED; ciò sarà possibile grazie ad una scheda dedicata progettata appositamente da Invisiblefarm, sulla quale sarà saldato un microcontrollore da programmare.
Per un azienda che evolve e migliora sempre.

Questa è Invisiblefarm.
Share on :